Discussion:
Radiazioni
(troppo vecchio per rispondere)
Kyo Kusanagi
2005-02-23 09:38:05 UTC
Salve a tutti...ho un dubbio forse cretino che mi hanno messo in testa
i miei amici...ho in pratica il pc e l'ups a circa 1mt e forse meno
dal letto ed è acceso 24h su 24h...Il pc emette radiazioni
elettromagnetiche che possono far male alla salute?
grazie a chi mi risponderà ^^
Marco72
2005-02-23 09:55:43 UTC
Post by Kyo Kusanagi
Salve a tutti...ho un dubbio forse cretino che mi hanno messo in testa
i miei amici...ho in pratica il pc e l'ups a circa 1mt e forse meno
dal letto ed è acceso 24h su 24h...Il pc emette radiazioni
elettromagnetiche che possono far male alla salute?
grazie a chi mi risponderà ^^
nel pc c'e' un alimentatore... e quindi un trasformatore.
Quello di certo emette radiazioni magnetiche abbastanza potenti e
nocive.

Le radiazioni emesse da una cpu sono invece abbastanza insignificanti.
Dare poi una risposta alla domanda se le radiazioni hanno un valore di
soglia sotto il quale non facciano male, non e' attualmente possibile;
comunque ripeto: un qualsiasi trasformatore emette anche con valori
abbastanza elevati e non e' mai il caso tenerselo vicino
Kyo Kusanagi
2005-02-23 11:17:07 UTC
Post by Marco72
Post by Kyo Kusanagi
Salve a tutti...ho un dubbio forse cretino che mi hanno messo in
testa
Post by Kyo Kusanagi
i miei amici...ho in pratica il pc e l'ups a circa 1mt e forse meno
dal letto ed =E8 acceso 24h su 24h...Il pc emette radiazioni
elettromagnetiche che possono far male alla salute?
grazie a chi mi risponder=E0 ^^
nel pc c'e' un alimentatore... e quindi un trasformatore.
Quello di certo emette radiazioni magnetiche abbastanza potenti e
nocive.
Le radiazioni emesse da una cpu sono invece abbastanza insignificanti.
Dare poi una risposta alla domanda se le radiazioni hanno un valore di
soglia sotto il quale non facciano male, non e' attualmente possibile;
comunque ripeto: un qualsiasi trasformatore emette anche con valori
abbastanza elevati e non e' mai il caso tenerselo vicino
Ma a questo punto la domanda è : Ma se un alimentatore emette
radiazioni...è nocivo anche se ci stai vicino a lavorare di giorno e
ci passi gran parte della tua giornata,sarai sicuramente più esposto
stando davanti al monitor piuttosto che dormendoci a 1mt.(il mio
alimentatore è un Enermax 470W).
Marco72
2005-02-23 11:33:46 UTC
Post by Kyo Kusanagi
Ma a questo punto la domanda è : Ma se un alimentatore emette
radiazioni..
radiazioni elettromagnetiche, giusto per evitare spiacevoli malintesi
:-)
Post by Kyo Kusanagi
è nocivo anche se ci stai vicino a lavorare di giorno e
ci passi gran parte della tua giornata,sarai sicuramente più esposto
stando davanti al monitor piuttosto che dormendoci a 1mt.(il mio
alimentatore è un Enermax 470W).
Un monitor CRT sul davanti dello schermo non emette granche'
Quindi a meno di non avere disposizioni, credo ora vietate per legge,
per cui ti trovi con dietro la schiena il monitor del tuo collega non
corri grossi pericoli.
Anche il case funge da schermo piu' o meno (dipende moltissimo da case
a case) ma io personalmente ti suggerisco di togliere qualsiasi cosa
contenga trasformatori dalle vicinanze di dove dormi, o almeno
interponici delle paratie di legno o metallo.
Marin
2005-02-23 15:07:22 UTC
"Marco72" <***@writeme.com> ha scritto nel messaggio news:***@f14g2000cwb.googlegroups.com...

(cut)
Post by Marco72
interponici delle paratie di legno o metallo.
Tu sì che sei un esperto!!!
Delle paratie in LEGNO sono quanto di meglio possa esserci per schermare un
campo elettromagnetico...

Il gaussmeter te l'hanno dato con Lego o l'hai trovato nelle merendine?

;)

Marin
M.B.
2005-02-25 17:29:40 UTC
Post by Marco72
nel pc c'e' un alimentatore... e quindi un trasformatore.
?!?!? ... da quando ??

MB
Lorenz
2005-02-23 11:54:21 UTC
Post by Kyo Kusanagi
Salve a tutti...ho un dubbio forse cretino che mi hanno messo in testa
i miei amici...ho in pratica il pc e l'ups a circa 1mt e forse meno
dal letto ed è acceso 24h su 24h...Il pc emette radiazioni
elettromagnetiche che possono far male alla salute?
Le radiazioni emesse dal pc sono del tutto trascurabili...alimentatore
compreso.
Marco72
2005-02-23 13:08:53 UTC
Post by Lorenz
Le radiazioni emesse dal pc sono del tutto
trascurabili...alimentatore
Post by Lorenz
compreso.
mmm sei molto categorico... visto che da misurazioni che ho fatto ho
visto il contrario, saresti cosi' gentile da argomentare le tue
certezze? ;-)
Lorenz
2005-02-23 13:44:11 UTC
Post by Lorenz
Post by Lorenz
Le radiazioni emesse dal pc sono del tutto
trascurabili...alimentatore
Post by Lorenz
compreso.
mmm sei molto categorico... visto che da misurazioni che ho fatto ho
visto il contrario,
Che misurazione hai fatto...

saresti cosi' gentile da argomentare le tue
Post by Lorenz
certezze? ;-)
Semplicemente quelle poche radiazioni elettromagnetiche che
emette il pc (componente che è sottoposto a severe regolamentazioni
in proposito) si annullano a causa della copertura del case, oltre
che al quadrato della distanza, perciò già ad un metro si può
star tranquilli che non ci saranno pericoli per la salute.
E' molto peggio andare a fare una passeggiata in centro in mezzo
al traffico...
Marco72
2005-02-23 14:43:01 UTC
Post by Lorenz
Che misurazione hai fatto...
misurazione delle emissioni con un gaussmeter
Post by Lorenz
Semplicemente quelle poche radiazioni elettromagnetiche che
emette il pc (componente che è sottoposto a severe regolamentazioni
in proposito) si annullano a causa della copertura del case
Non sono proprio cosi' poche, visto che hai un trasformatore.
E' corretto dire che il case dovrebbe abbatterle, e se non mi sbaglio
lo ho scritto ben chiaro (a meno che tu non voglia solo trollare).
Peccato che non tutti i case sono uguali, che non tutti i case sono
chiusi, che l'alimentatore ha delle prese d'aria aperte.
Quindi torno a dire che dipende molto da come il computer e' disposto e
da che tipo di "schermature" monta.
Post by Lorenz
E' molto peggio andare a fare una passeggiata in centro in mezzo
al traffico...
Non credo proprio, parlando di radiazioni EM.
Pure le normative da utilizzare sono ben diverse visto che in un caso
e' una lunga permanenza mentre nel secondo caso e' una permanenza
temporanea.
Kintaro Hoe
2005-02-23 15:00:27 UTC
Post by Marco72
misurazione delle emissioni con un gaussmeter
E andare a lavorare ogni tanto ?? No eh ?!
Post by Marco72
lo ho scritto ben chiaro (a meno che tu non voglia solo trollare).
Frequento da poco il NG... ma dare del troll a Lorenz mi sembra trollare
Post by Marco72
Non credo proprio, parlando di radiazioni EM.
Pure le normative da utilizzare sono ben diverse visto che in un caso
e' una lunga permanenza mentre nel secondo caso e' una permanenza
temporanea.
Questa discussione sta diventando OT, follow up su
it.discussioni.paranoia.sto.per.morire.aiuto.

Se temi per la tua salute, non startene davanti al pc, le radiazioni EM
ti stanno uccidendo lentamente...
Marco72
2005-02-23 15:35:59 UTC
Post by Kintaro Hoe
Post by Marco72
misurazione delle emissioni con un gaussmeter
E andare a lavorare ogni tanto ?? No eh ?!
beh lo strumento lo ho proprio per lavoro...
Post by Kintaro Hoe
Frequento da poco il NG... ma dare del troll a Lorenz mi sembra trollare
Non giudico mai le persone, ma solo quello che dicono.
ciao!
Icestorm
2005-02-23 19:03:28 UTC
Post by Marco72
Non giudico mai le persone, ma solo quello che dicono.
Allora ti consiglio di usare Google, farti una cultura su quello che ha
detto Lorenz negli ultimi ANNI (!) e magari pensarci più due volte in futuro
prima di parlare di trollate.
Marco72
2005-02-23 23:18:42 UTC
Post by Icestorm
Post by Marco72
Non giudico mai le persone, ma solo quello che dicono.
Allora ti consiglio di usare Google, farti una cultura su quello che ha
detto Lorenz negli ultimi ANNI (!) e magari pensarci più due volte in futuro
prima di parlare di trollate.
non mi interessa minimamente.
Non credo che un curriculum possa santificare una persona.
Si puo' essere piu' clementi se ogni tanto gli scappa una stronzata,
trovo comunque aberrante prendere per oro colato quello che uno dice
solo per autoreferenzazione dovuta ad una assidua presenza.
Lorenz
2005-02-23 15:02:45 UTC
Post by Lorenz
Che misurazione hai fatto...
misurazione delle emissioni con un gaussmeter
Si ma a pc aperto o chiuso, e a quale distanza...
Post by Lorenz
Semplicemente quelle poche radiazioni elettromagnetiche che
emette il pc (componente che è sottoposto a severe regolamentazioni
in proposito) si annullano a causa della copertura del case
Non sono proprio cosi' poche, visto che hai un trasformatore.
E allora? Quelli switching presenti nei pc emanano basse quantità
di radiazioni elettromagnetiche.
Post by Lorenz
E' corretto dire che il case dovrebbe abbatterle, e se non mi sbaglio
lo ho scritto ben chiaro (a meno che tu non voglia solo trollare).

Quello che trolla semmai sei tu...o che fai degli inutili allarmismi,
come gli ambientalisti.
Post by Lorenz
Peccato che non tutti i case sono uguali,
Si certo, ci sono quelli fatti di cartapesta, esatto...
Post by Lorenz
che non tutti i case sono
chiusi...

Ovviamente era sottointeso che il case fosse chiuso...-_-
Post by Lorenz
che l'alimentatore ha delle prese d'aria aperte.
Eh già... e da li escono radiazioni a iosa vero?
Post by Lorenz
Quindi torno a dire che dipende molto da come il computer e' disposto e
da che tipo di "schermature" monta.

In questo caso se sta già ad un metro di distanza ed è chiuso
non ci sono problemi, nemmeno a lungo termine...
Post by Lorenz
E' molto peggio andare a fare una passeggiata in centro in mezzo
al traffico...
Non credo proprio, parlando di radiazioni EM.
Dipende dal quantitativo di radiazioni EM...

Pure le normative da utilizzare sono ben diverse visto che in un caso
e' una lunga permanenza mentre nel secondo caso e' una permanenza
Post by Lorenz
temporanea.
Si ok, hai ragione, ciao...
acc
2005-02-24 20:31:06 UTC
Post by Marco72
Non sono proprio cosi' poche, visto che hai un trasformatore.
L'alimentatore del PC e' di tipo switching, il trasformatore in questo
caso e' molto piccolo ed e' su nucleo toroidale, la perdita di flusso
e' irrisoria.
Post by Marco72
E' corretto dire che il case dovrebbe abbatterle, e se non mi sbaglio
lo ho scritto ben chiaro (a meno che tu non voglia solo trollare).
Peccato che non tutti i case sono uguali, che non tutti i case sono
chiusi, che l'alimentatore ha delle prese d'aria aperte.
Gli alimentatori sono tutti schermati, e' vero che hanno delle
aperture, ma da queste possono uscire soltanto onde che abbiano una
lunghezza inferiore a quella dell'apertura. L'alimentatore non
produce onde di questa lunghezza, o per essere piu' precisi le produce
indirettamente come spurie (qualsiasi apparecchio a corrente alternata
lo fa), di intensita' talmente ridotta da non essere misurabile.

La fonte piu' pericolosa di campi elettromagnetici del PC e' il
cordone di alimentazione, che non e' schermato.

---
ciao, acc(at)libero.it
M.B.
2005-02-25 17:29:40 UTC
"Marco72" <***@writeme.com> ha scritto nel messaggio news:***@g14g2000cwa.googlegroups.com...


Non sono proprio cosi' poche, visto che hai un trasformatore.

... mi dici dove lo hai visto 'sto trasformatore ??
Se non mi sono rimbambito, gli ali dei pc sono tutti switching, non ci sono trasformatori di
potenza, solo trasformatori interstadio relativamente piccoli e _ASSOLUTAMENTE_ innocui, per di più
chiusi in contenitori metallici con funzione di "Gabbia di Faraday" ... se dovrò preoccuparmi anche
di questo finirò davvero per diventare paranoico.
... s.e.o.o., ovvio ;-)

MB

xat
2005-02-23 15:42:04 UTC
Post by Kyo Kusanagi
Salve a tutti...ho un dubbio forse cretino che mi hanno messo in testa
i miei amici...ho in pratica il pc e l'ups a circa 1mt e forse meno
dal letto ed è acceso 24h su 24h...Il pc emette radiazioni
elettromagnetiche che possono far male alla salute?
Purtroppo ogni epoca ha delle paranoie cha vanno di moda.
Se nel '600 fossero esistiti i NG ci sarebbe stata un sacco di gente a
chiedere se le persone che si avvicinano con fare sospetto alle porte
possono portare la peste; e tutti a rispondere che probabilmente è così, che
portano la peste e che, comunque, non c'è nessuna prova che una persona che
unge la porta non porti la peste (siamo nel '600, ricordate, non si
conoscono i batteri).
Il PC emette radiazioni bassissime.
Non c'è alcuna prova ne' alcun indizio SERIO che radiazioni
elettromagnetiche di questa frequenza e potenza possano avere effetti
negativi sulla salute.
A chi mi dice che non c'è nessuna prova del contrario io rispondo che, non
essendoci nemmeno, lo ripeto, INDIZI che possano esserci dei pericoli, anche
mangiare patate in un piatto verde su un tavolo rosa in una stanza di 20 mq
bianca potrebbe essere pericoloso: non c'è infatti nessuna prova del
contrario.
Marco72
2005-02-23 16:04:03 UTC
Post by xat
Purtroppo ogni epoca ha delle paranoie cha vanno di moda.
Se nel '600 fossero esistiti i NG ci sarebbe stata un sacco di gente a
chiedere se le persone che si avvicinano con fare sospetto alle porte
possono portare la peste;
e negli anni 70 invece tutti dicevano che l'amianto era innoquo e che
il DDT non era pericoloso.
Il punto e' IMO di semplice soluzione, che non si traduce nell'amletico
usare o non usare bensi' nel piu' pragmatico "se puoi evitare di
esporti, e' meglio"
Mi sembra una scelta quanto meno di intelligenza.
Nel dubbio, io tengo comunque il case sempre chiuso ed evito di avere
trasformatori ad un metro mentre dormo.
Lo sciocco traduce cio' nello staccare tutto, l'avveduto semplicemente
trova una sistemazione alternativa. Il fanatismo, o meglio il tifo, del
pro oppure del contro storicamente non ha mai portato a nulla di
positivo.
Marco
xat
2005-02-23 16:27:49 UTC
Post by Marco72
Post by xat
Purtroppo ogni epoca ha delle paranoie cha vanno di moda.
Se nel '600 fossero esistiti i NG ci sarebbe stata un sacco di gente
a
Post by xat
chiedere se le persone che si avvicinano con fare sospetto alle porte
possono portare la peste;
e negli anni 70 invece tutti dicevano che l'amianto era innoquo e che
il DDT non era pericoloso.
Mi aspettavo una risposta del genere.
Prima di tutto una cosa è quello che dicono le persone della strada,
un'altra è quella che dice la scienza.
Secondo, non si può certo fare di tutt'erba un fascio (ci sono cose che
inducono, per motivi SCIENTIFICI, a pensare a possibili rischi, altre, vedi
le radiazioni elettromagnetiche di bassa frequenza e bassissima potenza, che
hanno la stessa probabilità di far male del mangiare la patata di cui
sopra).
C'erano numerosi indizi che l'amianto facesse male, primo fra tutti il fatto
che prodotti contenti amianto producono polveri che vengono inalate.
Per il DDT è inutile parlare visto che ammazza le mosche e quindi innocuo
non può essere.
L'intelligenza vuole che si evitino rischi sicuri. Poi si possono evitare
rischi molto dubbi ma se questo deve corrispondere a significative
limitazioni di benefici CERTI (vedi tutti gli imbecilli che protestano
contro le antenne cellulari) allora tale comportamento non può essere
certamente definito intelligenza ma, molto più realisticamente, stupidità.
Non dovremmo fare nulla per essere certi di tutto.
Marco72
2005-02-23 23:29:47 UTC
Post by xat
Prima di tutto una cosa è quello che dicono le persone della strada,
un'altra è quella che dice la scienza.
mmm quale scienza?
Se ti posto tutta una serie di articoli scientifici che mettono in
guardia cambi idea?
Post by xat
Secondo, non si può certo fare di tutt'erba un fascio (ci sono cose che
inducono, per motivi SCIENTIFICI, a pensare a possibili rischi, altre, vedi
le radiazioni elettromagnetiche di bassa frequenza e bassissima potenza, che
hanno la stessa probabilità di far male del mangiare la patata di cui
sopra).
la scienza stessa non e' assolutamente d'accordo con quanto affermi.
La possibile nocività delle radiazioni non ionizzanti e' tutt'ora in
indagine.
Di certo c'e' che ad alta potenza e' nociva.
Non e' certo che ci siana una soglia di rischio. Purtroppo la medicina
e' puramente statistica e se c'e' qualcosa che deve mettere in guardia
e' l'assolutismo di alcune persone convinte (su quali basi?) che sia
possibile dividere il mondo in buoni e cattivi.
Post by xat
C'erano numerosi indizi che l'amianto facesse male, primo fra tutti il fatto
che prodotti contenti amianto producono polveri che vengono inalate.
Non tutte le polveri sono nocive, anche perche' le polveri di amianto
non sono particolamente piccole da avere una alta radioattività.
Solo che SI E' SCOPERTO POI che e' un materiale cancerogeno. E come
tutti i materiali cancerogeni NON hanno una soglia di rischio sotto la
quale sono innoqui.
Post by xat
Per il DDT è inutile parlare visto che ammazza le mosche e quindi innocuo
non può essere.
Anche qui dici uno sproposito. Le mosche non muoiono mica di tumore...
mentre il Dichlorodiphenyltrichloroethane e' stato ritirato dal mercato
perche' appunto cancerogeno.
Pure i prodotti attualmente utilizzati uccidono le mosche MA non sono
cancerogeni. Quindi e' possibile fissare una soglia di rischio.
Non mi interessa minimamente fare polemica, ma il livello della tua
replica e' davvero molto... da bar.
Forse sarebbe meglio pensarci due volte prima di intraprendere
discussioni delle quali non conosci ma hai sentito dire.
xat
2005-02-24 00:49:07 UTC
Post by xat
Prima di tutto una cosa è quello che dicono le persone della strada,
un'altra è quella che dice la scienza.
mmm quale scienza?
Se ti posto tutta una serie di articoli scientifici che mettono in
guardia cambi idea?

Certo, visto che NON NE ESISTONO.
Non replico nemmeno a tutte le altre fesserie che scrivi perché, come si
dice, a lavare la testa all'asino ci si perde l'acqua e il sapone.
Kyo Kusanagi
2005-02-24 02:41:34 UTC
Post by Marco72
Post by xat
Prima di tutto una cosa è quello che dicono le persone della strada,
un'altra è quella che dice la scienza.
mmm quale scienza?
Se ti posto tutta una serie di articoli scientifici che mettono in
guardia cambi idea?
Certo, visto che NON NE ESISTONO.
Non replico nemmeno a tutte le altre fesserie che scrivi perché, come si
dice, a lavare la testa all'asino ci si perde l'acqua e il sapone.
Ringrazio tutti coloro che mi hanno risposto...mi dispiace aver alzato
un polverone....Allora mi pare di aver capito che molto cmq dipenda an
che dal case e dall'alimentatore in questione; diciamo allora che io
ho come case un Thermaltake Romeo VM1000 e come alimentatore un
Enermax da 470W...il case è sempre chiuso,come schermatura dovrei
essere apposto (anche se poi vicino ho anche l'Ups ^^;; ) Visto che
cmq alla fine niente è provato e certificato...la risposta certa la
avremo solo vivendo ^.^ Tutto questo è confortante... ^^;;
Marco72
2005-02-24 09:15:54 UTC
Post by Kyo Kusanagi
Ringrazio tutti coloro che mi hanno risposto...mi dispiace aver alzato
un polverone....
figurati e non ti dispiacere. Magari chi non vuole capire nulla
continuera' a vivere nella sua ottusità, ma e' sempre uno stimolo
essendo un argomento molto intressante.
Post by Kyo Kusanagi
essere apposto (anche se poi vicino ho anche l'Ups ^^;; ) Visto che
cmq alla fine niente è provato e certificato...la risposta certa la
avremo solo vivendo ^.^ Tutto questo è confortante... ^^;;
gia'. Comunque come hai correttamente scritto, con il case chiuso ad
una distanza sufficiente le EM che fuoriescono sono davvero basse,
praticamente non rilevabili. Al limite puoi comunque vedere di trovare
una disposizione spaziale che ti permetta di allontanarlo comunque il
piu' possibile da dove dormi.
ciao!
Marco72
2005-02-24 09:06:15 UTC
Post by xat
Certo, visto che NON NE ESISTONO.
cominciamo con le normative italiane:
http://www.unipv.it/safety/norme/normep2.htm

poi qualche articolo di letteratura:

Regularities of somatic gene mutagenesis in radiation-exposed
individuals
International Congress Series Volume: 1258, Complete, November, 2003,
pp. 79-83
Saenko, Alexander A.; Zamulaeva, Irina A.

Micronuclei in humans induced by exposure to low level of ionizing
radiation: influence of polymorphisms in DNA repair genes; Mutation
Research/Fundamental and Molecular Mechanisms of Mutagenesis Volume:
570, Issue: 1, February 15, 2005, pp. 105-117
Angelini, Sabrina; Kumar, Rajiv; Carbone, Fabio; Maffei, Francesca;
Forti, Giorgio Cantelli; et. al.

Induction of genetic instability by non-ionizing radiation
Comptes Rendus de l'Academie des Sciences Series III Sciences de la Vie
Volume: 322, Issue: 2-3, February - March, 1999, pp. 127-134 Little,
John B.

#63 Cancer incidence in the u. s. radiologic technologists health
study, 1983-1998
Annals of Epidemiology Volume: 12, Issue: 7, October, 2002, pp. 513
Sigurdson, AS; Doody, MM; Rao, RS; Freedman, DM; Alexander, BH;
Hauptmann, M; Mohan, AK; Yoshinaga, S; et. al.

se vuoi continui... ci sono migliaia di articoli in merito.
Ma a quanto pare parli solo per sentito dire
Post by xat
Non replico nemmeno a tutte le altre fesserie
Perche' dimostri chiaramente che non hai la minima cognizione
dell'argomento e non sai cosa dire. Cosi' nel piu' ignorante dei modi,
classifichi tutto con fesserie. Beh e' un problema esclusivamente tuo.
xat
2005-02-24 11:33:52 UTC
Post by Marco72
Post by xat
Certo, visto che NON NE ESISTONO.
http://www.unipv.it/safety/norme/normep2.htm
Naturalmente la normativa non è scienza; o forse pensi che se il governo
decidesse di aumentare l'accelerazione di gravità le cose andrebbero a terra
più velocemente?
Poi, per l'ultima volta, cerco di spiegarti nella maniera più semplice
possibile come stanno le cose.
Post by Marco72
Regularities of somatic gene mutagenesis in radiation-exposed
individuals
International Congress Series Volume: 1258, Complete, November, 2003,
pp. 79-83
Saenko, Alexander A.; Zamulaeva, Irina A.
Micronuclei in humans induced by exposure to low level of ionizing
radiation: influence of polymorphisms in DNA repair genes; Mutation
570, Issue: 1, February 15, 2005, pp. 105-117
Angelini, Sabrina; Kumar, Rajiv; Carbone, Fabio; Maffei, Francesca;
Forti, Giorgio Cantelli; et. al.
Post by xat
...se vuoi continui... ci sono migliaia di articoli in merito.
A parte che la maggior parte degli articoli da te citati si riferiscono a
radiazioni ionizzanti (cioè di frequenze molto superiori a quelle di cui si
discute e che sono certamente pericolose) e/o di elevata potenza (è naturale
che se mi infilo nel forno a microonde qualche pericolo lo corro), c'è da
dire che citare un articolo (ed io, devo ammetterlo, conosco solo alcuni di
quelli riportati) non vuol dire nulla, io ti ho chiesto PROVE e, ti posso
assicurare perché ho avuto a che fare con la questione per lavoro e,
soprattutto, sono ancora dotato del ben dell'intelletto, che NON CE NE SONO.
Poi le persone possono dire quello che vogliono, c'è d'altronde gente che
pensa che giocare i numeri ritardatari dia maggiori possibilità di vincita,
gente che pensa che le stelle abbiano un'influenza sulla nostra vita, gente
che pensa che l'omeopatia sia una scienza e potrei continuare all'infinito.
Per ognuna di tali fesserie potrai trovare centinaia di articoli a supporto
(per inciso sull'omeopatia anche di medici). C'è una cosa che però questi
articoli non potranno mai fare: dimostrare ciò che non è vero.
Probabilmente tu ignori totalmente il cosiddetto "metodo scientifico". Tutto
qui.
Per tornare al discorso precedente cerco, oh pazienza aiutami, di spiegarti
alcune regolette figlie del buon senso.
Ogni giorno siamo circondati da migliaia di cose che, per quanto ne sappiamo
POTREBBERO essere pericolose.
Siccome non possiamo rimanere chiusi in casa tutto il giorno (ma questa cosa
pure potrebbe essere pericolosa, chi lo può dire per certo?) dobbiamo, in un
certo senso, rischiare.
E allora come dobbiamo farci guidare in questa giungla di potenziali
pericoli?
Per prima cosa evitare, per quanto possibile, cose (o comportamenti)
certamente rischiose.
E per quello, la maggior parte, che si ignora?
La questione è piuttosto semplice: si agisce su base probabilistica.
Ci sono cioè cose che hanno una maggiore probabilità di altre di esserci
nocive.
Per questo è evidente, ad esempio, che dovremmo evitare di inalare sostanze
di cui non sappiamo con certezza i pericoli. Certo che le mosche non muoiono
di tumore, furbone, ma, ammetterai finanche tu, inalare una sostanza
chimica, è più probabile che faccia danni piuttosto che mangiare una patata
lessa. Poi magari la patata lessa è cancerogena ma NON POSSIAMO SAPERLO.
Per cui, siccome facciamo ogni giorno una marea di cose che sono certamente
pericolose e ci esponiamo a sostanze che hanno una probabilità di essere
nocive ben più alta di emissioni elettromagnetiche di bassa frequenza e
infima potenza, possiamo tranquillamente definire un comportamente come il
tuo con il termine di "paranoia".
Mi scusino gli altri utenti del NG per questa lunga spiegazione (ma credo
che, anche leggendo gli altri post del tipo in questione, essi si siano
fatti un'idea sul genere di persona con cui abbiamo a che fare).
Naturalmente, visto che siamo enormemente OT e che sono sempre validi i
proverbi di cui sopra, non risponderò più ad eseternazioni di questo
soggetto.
Lorenz
2005-02-24 12:23:19 UTC
"xat" <***@tiscali.it> ha scritto nel messaggio news:AYiTd.48528$***@twister1.libero.it...

CUT
Post by xat
Mi scusino gli altri utenti del NG per questa lunga spiegazione (ma credo
che, anche leggendo gli altri post del tipo in questione, essi si siano
fatti un'idea sul genere di persona con cui abbiamo a che fare).
Naturalmente, visto che siamo enormemente OT e che sono sempre validi i
proverbi di cui sopra, non risponderò più ad eseternazioni di questo >
soggetto.
Quoto
M.B.
2005-02-24 21:34:24 UTC
Post by xat
Siccome non possiamo rimanere chiusi in casa tutto il giorno (ma questa cosa
pure potrebbe essere pericolosa, chi lo può dire per certo?)
Questa cosa E' pericolosa. E' stato rilevato statisticamente che la
maggior parte degli infortuni (o degli "incidenti" mortali, non
ricordo bene) avviene in casa.

Ciao!